Recensione: “Caro Fratello” di Tagura Tohru #Manga

Scritto e disegnato dal mangaka giapponese Tagura Tohru nel 2010, si compone di un solo volume autoconclusivo di 5 capitoli e inedito in Italia.
Le vicende narrano della relazione affettiva tra due fratelli distanti da molti anni. Minoru, il fratello maggiore, dopo il suo diploma si è trasferito lontano da casa per lavorare e il fratellino Yutaka ha vissuto in modo molto traumatico questa decisione. I due, per tutti gli anni che sono stati lontani, si sono scambiati costantemente delle lettere affinché la distanza tra loro potesse sembrare quanto più possibile minore. Questo però li ha portati a sviluppare una certa ossessione reciproca che per certi versi confonde entrambi sulla reale consistenza dell’amore che li unisce.
Personalmente mi è piaciuta molto la lettura, in realtà mi sarei aspettato molto più yaoi ma la stesura dei fatti è stata estremamente dolce e sentimentale. In particolare, ho apprezzato molto l’analisi delicata del tema già sufficientemente contorto di natura e la modalità con cui è stato descritto. I personaggi poi hanno avuto una loro evoluzione psicologica coerente e matura, cosa che nella lunghezza di un unico volume di 5 capitoli può risultare complicato. Continua a leggere Recensione: “Caro Fratello” di Tagura Tohru #Manga

Recensione: “Cuore di Tempesta” di Corina Bomann #Libro

Pubblicato per la prima volta nel 2017 dall’autrice tedesca con il titolo originale “Sturmherz” e tradotto nel 2018 da Rachele Salerno per “Giunti Editore”.
Il libro si articola sulla scoperta di Alexa dei misteri della madre che per tutta la vita non ha fatto altro che allontanarla. La ragazza riscopre casualmente la donna grazie all’incontro con un uomo del suo passato e cerca di comprendere i motivi nascosti dietro alle sue discutibili scelte di vita.
Mi sarei aspettata molto di più dalla storia, non so per quale motivo ma non sono riuscita in alcun modo a entrare in contatto empatico con le vicende che a tratti mi hanno persino annoiato. Onestamente ho anche poche parole da dedicarvi, magari a qualcun altro piacerà molto ma non è il mio caso. Continua a leggere Recensione: “Cuore di Tempesta” di Corina Bomann #Libro

Speranza

Il tempo sfugge inesorabile dalle mie mani,Son qui ora a vivere l’oggi ma in un attimo è già domani. Mi convinco di avere la forza di ricominciare,La vita è una sola e non può aspettare, Decido di fare, gioire, amare e lasciarmi ispirare,Ma poi ricado nel buio e dalla tristezza mi lascio trascinare. Vorrei essere di nuovo me stessa, una donna felice,Inguaribile romantica, speranzosa, un’eterna … Continua a leggere Speranza

Piacere a tutti è stancante.

Nella vita non sono mai stata capace di essere quella che piace a tutti, sono sempre stata un prendere o lasciare pieno di antipatici aspetti da dover ignorare, un groviglio di caratteraccio, follia e idee assurde. Sono sempre andata d’accordo con me stessa e con quello che sono ma recentemente il mio spirito si è spento trasformandomi in una pappamolla dai sorrisoni di circostanza, dalle frasi fatte per benevolenza e una cazzo di falsa ipocrita.
Continua a leggere Piacere a tutti è stancante.

Recensione: “Il signore della fortuna” di Erica Ridley #libro

“Il signore della fortuna” è un romanzo rosa di natura storica facente parte della collana “Dalle Stalle alle Stelle” di Erica Ridley, pubblicato per la prima volta nel 2019 come auto-produzione senza casa editrice.
La storia, come accennato sopra, è l’insieme dei punti di vista e delle vite dei due protagonisti che per un bizzarro caso si trovano a dover condividere la propria esistenza. Charlotte, figlia illegittima di una cortigiana e un duca; Anthony, un vagabondo, cresciuto tra vizi d’azzardo e scommesse poco raccomandabili.
Un libro bellissimo. Continua a leggere Recensione: “Il signore della fortuna” di Erica Ridley #libro

Recensione: “Penelope – Una folle storia romantica” di Anya Wylde #libro

“Penelope – Una folle storia romantica” è uno dei libri che compongano la saga auto-pubblicata “Le Sorelle Fairweather” scritta da Anya Wylde a partire dal 2013.
Penelope Fairweather, vive in un piccolo villaggio, in tenera età ha perso la mamma – cosa che ha portato il padre, poco dopo, a risposarsi con una donna che non l’ha mai desiderata davvero come figlia propria (un po’ un intreccio alla Cenerentola). Per cercare una via di fuga si rivolge lla duchessa vedova di Blackthorne, vecchia amica della sue defunta mamma, per avere una chance di trovare compagno al ton entro la stagione. Il problema è che la giovane donna ha tutto fuorché la classe necessaria a relazionarsi con gli esponenti dell’alta società, Penelope è priva di ogni tipo di seduzione, femminilità, decoro e qualunque altro aspetto necessario al suo scopo. Tant’è che la prima volta si presenta presso la dimora Blackthorne in ritardo, completamente fradicia d’acqua, con appresso una capra e pronta a beffeggiare il Duca convinta sia un domestico. Questo fa di lei una mina vagante dalle innumerevoli risate facili ma anche dagli infiniti problemi che potrebbe causare.
Un libro piacevole seppur le innumerevoli lacune. Continua a leggere Recensione: “Penelope – Una folle storia romantica” di Anya Wylde #libro

Toc-Toc.. è l’innovazione che bussa.

Tanti sono i miei dubbi relativi al nuovo orientamento che la comunicazione sta prendendo relativamente ai nuovi temi focus dell’economia attuale. Il pianeta va salvato, le aziende si devono evolvere in altro, le generazioni nuove sorpassano le etichette, i contenuti mediali diffusi devono rispettare il pollitically correct.. tante sono le discussioni che convergono in qualcosa di molto complesso.
Attualmente i dubbi relativi a questo sono tanti e i piacerebbe esplorarli attraverso conversazioni condivise. Continua a leggere Toc-Toc.. è l’innovazione che bussa.

Batto un colpo, sono ancora viva!

Dall’ultima volta che mi sono seduta davanti al computer e ho scritto qualcosa sembra essere passato un’eterno. Non so bene esattamente cosa sia capitato in me, per quale ragione io abbia sentito l’urgenza di dovermi allontanare da tutto questo e perché ancora mi risulti difficile riprendere in mano quella che per tutta la mia vita è stata la mia più grande passione, eppure eccomi qui a giustificare ancora una volta la ragione delle mie fughe da me stessa.
Credevo di essere una persona molto più forte e invece ho rinunciato alla vita che sin da piccola sognavo per me stessa per accontentarmi di una vita infelice che mi permettesse di pagare un affitto. Se mi aspettavo che la mia opinione valesse qualcosa.. la realtà mi ha dimostrato che non è così.
Scrivere è un’arte che per fare del bene deve essere fatta col cuore, non deve avere altri scopi se non quelli più intimi di chi la fa. Tutto quello che ne deriva se fatta bene è solo qualcosa in più che arricchisce l’anima e la vita della persona. Continua a leggere Batto un colpo, sono ancora viva!