Piacere a tutti è stancante.

Nella vita non sono mai stata capace di essere quella che piace a tutti, sono sempre stata un prendere o lasciare pieno di antipatici aspetti da dover ignorare, un groviglio di caratteraccio, follia e idee assurde. Sono sempre andata d’accordo con me stessa e con quello che sono ma recentemente il mio spirito si è spento trasformandomi in una pappamolla dai sorrisoni di circostanza, dalle frasi fatte per benevolenza e una cazzo di falsa ipocrita.
Continua a leggere Piacere a tutti è stancante.

Recensione: “Il signore della fortuna” di Erica Ridley #libro

“Il signore della fortuna” è un romanzo rosa di natura storica facente parte della collana “Dalle Stalle alle Stelle” di Erica Ridley, pubblicato per la prima volta nel 2019 come auto-produzione senza casa editrice.
La storia, come accennato sopra, è l’insieme dei punti di vista e delle vite dei due protagonisti che per un bizzarro caso si trovano a dover condividere la propria esistenza. Charlotte, figlia illegittima di una cortigiana e un duca; Anthony, un vagabondo, cresciuto tra vizi d’azzardo e scommesse poco raccomandabili.
Un libro bellissimo. Continua a leggere Recensione: “Il signore della fortuna” di Erica Ridley #libro

Recensione: “Penelope – Una folle storia romantica” di Anya Wylde #libro

“Penelope – Una folle storia romantica” è uno dei libri che compongano la saga auto-pubblicata “Le Sorelle Fairweather” scritta da Anya Wylde a partire dal 2013.
Penelope Fairweather, vive in un piccolo villaggio, in tenera età ha perso la mamma – cosa che ha portato il padre, poco dopo, a risposarsi con una donna che non l’ha mai desiderata davvero come figlia propria (un po’ un intreccio alla Cenerentola). Per cercare una via di fuga si rivolge lla duchessa vedova di Blackthorne, vecchia amica della sue defunta mamma, per avere una chance di trovare compagno al ton entro la stagione. Il problema è che la giovane donna ha tutto fuorché la classe necessaria a relazionarsi con gli esponenti dell’alta società, Penelope è priva di ogni tipo di seduzione, femminilità, decoro e qualunque altro aspetto necessario al suo scopo. Tant’è che la prima volta si presenta presso la dimora Blackthorne in ritardo, completamente fradicia d’acqua, con appresso una capra e pronta a beffeggiare il Duca convinta sia un domestico. Questo fa di lei una mina vagante dalle innumerevoli risate facili ma anche dagli infiniti problemi che potrebbe causare.
Un libro piacevole seppur le innumerevoli lacune. Continua a leggere Recensione: “Penelope – Una folle storia romantica” di Anya Wylde #libro

Toc-Toc.. è l’innovazione che bussa.

Tanti sono i miei dubbi relativi al nuovo orientamento che la comunicazione sta prendendo relativamente ai nuovi temi focus dell’economia attuale. Il pianeta va salvato, le aziende si devono evolvere in altro, le generazioni nuove sorpassano le etichette, i contenuti mediali diffusi devono rispettare il pollitically correct.. tante sono le discussioni che convergono in qualcosa di molto complesso.
Attualmente i dubbi relativi a questo sono tanti e i piacerebbe esplorarli attraverso conversazioni condivise. Continua a leggere Toc-Toc.. è l’innovazione che bussa.

Batto un colpo, sono ancora viva!

Dall’ultima volta che mi sono seduta davanti al computer e ho scritto qualcosa sembra essere passato un’eterno. Non so bene esattamente cosa sia capitato in me, per quale ragione io abbia sentito l’urgenza di dovermi allontanare da tutto questo e perché ancora mi risulti difficile riprendere in mano quella che per tutta la mia vita è stata la mia più grande passione, eppure eccomi qui a giustificare ancora una volta la ragione delle mie fughe da me stessa.
Credevo di essere una persona molto più forte e invece ho rinunciato alla vita che sin da piccola sognavo per me stessa per accontentarmi di una vita infelice che mi permettesse di pagare un affitto. Se mi aspettavo che la mia opinione valesse qualcosa.. la realtà mi ha dimostrato che non è così.
Scrivere è un’arte che per fare del bene deve essere fatta col cuore, non deve avere altri scopi se non quelli più intimi di chi la fa. Tutto quello che ne deriva se fatta bene è solo qualcosa in più che arricchisce l’anima e la vita della persona. Continua a leggere Batto un colpo, sono ancora viva!

Recensione: “Tiger King”

Il programma “Tiger King” è una miniserie documentario del 2020 prodotta e distribuita da Netflix col titolo originale “Tiger King: Murder, Mayhem and Madness”. Il programma si compone di un’unica stagione della durata di 8 episodi totali da circa 45 minuti ciascuno. Produzione La miniserie ideata da Eric Goode è stata distribuita sulla piattaforma Netflix a partire dal 20 marzo 2020. Nei panni dei personaggi … Continua a leggere Recensione: “Tiger King”

Top 10 best sellers letture di Amazon – dal 7 al 13 Dicembre

Ecco qui le 10 letture e-book “best sellers” di Amazon per poter restare sempre aggiornati sulle tendenze attuali e per poter rinnovare costantemente le proprie librerie con titoli sempre nuovi.
Tra questi: “La ragazza della neve” di Pam Jenoff, “La ragione ha sempre torto” di Federico Maria Rivalta, “LA donna dal kimono bianco” di Ana Johns, “La mia vita non proprio perfetta” di Sophie Kinsella, “La cacciatrice di storie perdute” di Sejal Badani, “La divina commedia riveduta e scorretta” di Sei i Social Network, “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” di Remo Rapino, “Eleanor Oliphant sta benissimo” di Gail Honeyman, “Liberati dalla brava bambina” di Maura Gancitano e “Se nel buio” di Giulia Beyman. Continua a leggere Top 10 best sellers letture di Amazon – dal 7 al 13 Dicembre

Recensione: “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

La pellicola “Chiamami col tuo nome” è stata diretta da Luca Guadagnino nel 2017 in Italia ed è stata poi diffusa nel mondo col titolo “Call Me by Your Name”. Un film ambientato nel nord Italia degli anni ’80 e che racconta la storia d’amore tra un diciassettenne residente in Italia e lo studente americano più grande.
l film ha avuto una distribuzione limitata nel Regno Unito e Irlanda il 27 ottobre 2017 e negli Stati Uniti d’America il 24 novembre 2017. È stato distribuito con una censura di tipo R (Restricted), per i minori di 17 anni ovver era necessario essere accompagnati da genitori o da un adulto, a causa dei contenuti sessuali, della nudità e del linguaggio.
Durante la notte dei premi Oscar 2018, Luca Guadagnino ha confermato che Chiamami col tuo nome avrà un sequel e che sta scrivendo la storia con André Aciman.
Personalmente ho amato alla follia il film che è una lenta scoperta di sensualità e passione tra due anime fragili che a proprio modo combattono le proprie paure pur avvicinandosi l’un l’altra con la curiosità e la passione di cuori innamorati che si riconoscono. Entrambi i personaggi hanno una forza caratteriale dirompente che di definisce con attenzione e cura nelle loro movenze e permette una facile immedesimazione, le musiche spesso raccontano molto più che i dialoghi diretti e in generale tutto il film trasuda estrema realtà. Ogni dettaglio è ben calibrato e ubicato un un contesto di concretezza molto forte e stabile, le scene sono alle volte forti e crude senza però mai sfociare nel volgare. Continua a leggere Recensione: “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

Se tutto prova a buttarti giù tu sorridi per restare a galla

La mia vita ultimamente è stata un susseguirsi frenetico di impegni tanto che mi sono ritrovata a non avere nemmeno tempo per poter guardare il blog o concedermi una pausa per pensare.
Tutto questo periodo frenetico mi sta facendo crescere in fretta e mi sta facendo notevolmente rivalutare le priorità della vita. Continua a leggere Se tutto prova a buttarti giù tu sorridi per restare a galla