Recensione: “Cuore di Tempesta” di Corina Bomann #Libro

Il libro

Pubblicato per la prima volta nel 2017 dall’autrice tedesca con il titolo originale “Sturmherz” per la “Ullstein Buchverlage GmbH” di Berlino e poi successivamente tradotto in italiano da Rachele Salerno nel 2018 per essere pubblicato da “Giunti Editore” che lo ha diffuso mantenendone intatto il titolo “Cuore di Tempesta“.

Il romanzo si compone di 37 capitoli – prologo ed epilogo esclusi – che si spalmano in 441 pagine articolate in due archi narrativi differenti: uno che ripercorre il presente attraverso le vicende di Alexa Petri e l’altro che ripercorre un misterioso passato attraverso le narrazioni di Richard Handerson e Cornelia Raaken ovvero la madre di Alexa e il suo primo amore di gioventù.

Disponibile su Amazon Store

Formato cartaceo€15,90
Formato digitale€ 9,99

L’autrice

Corina Bomann nasce nel 1974 a Parchim in Germania, di lei si sa poco soprattutto della sua sfera privata e biografica che tutela accuratamente.

Nel 2001 pubblica i suoi primi romanzi di genere fantasy che le aprono la strada al successo ai quali seguono diversi libri per ragazzi e romanzi di ambientazione storica. Nel 2012 pubblica il suo più celebre lavoro “L’isola delle farfalle” che diventa ben presto un bestseller e la convince a scrivere molti più romanzi di genere sentimentale affermando così il proprio successo nel genere.

Trama

Come accennato sopra, la storia si sviluppa in due archi narrativi che si intrecciano costantemente per spiegare il misterioso passato che la protagonista cerca di portare alla luce. Nello specifico la storia si svolge ad Amburgo dove Alexa Petri è costretta a tornare d Berlino per andare in soccorso alla madre che ha avuto un ictus e si trova ricoverata priva di coscienza in ospedale. Le due donne non sono mai andate troppo d’accordo, per tutta la vita Alexa ha cercato di comprendere cosa fosse successo a Cornelia che sparì per mesi quando lei era piccola e tornò piena di odio nei confronti del marito Eckhard e di sua figlia in particolare. Purtroppo nessuno può occuparsi della madre malata se non lei che decide di farsi carico di quest’ onere ingoiando il rancore e dando una seconda possibilità alla loro relazione di rimettersi a posto. Le condizioni della donna però non sono ottimali e ben presto lo sconforto attanaglia le viscere della protagonista, non sa come poter affrontare tutto da sola soprattutto perché si rende conto di non conoscere affatto la madre.

Un giorno mentre Alexa di trova nella libreria della madre viene avvicinata da un uomo, un professore universitario americano, di nome Richard Handerson che le chiede di poter incontrare Cornelia e che resta molto scosso alla notizia che la dona è in ospedale. Qualcosa in lui incuriosisce la ragazza che ben presto scopre che Richard non è solo un affermato scrittore ma ha anche qualcosa a che vedere con la vita misteriosa e passata della madre. Alexa decide di andare a incontrare quell’uomo per sapere cosa può avere da dire e così si fa raccontare di come si innamorò di Cornelia.

Richard fu il primo amore della donna, si conobbero giovanissimi in bizzarre circostanze e si affezionarono ma tra loro il destino si frappose per impedire che il loro amore diventasse quello che sarebbe potuto. I misteri legati a quel amore diventano quasi un ossessione per Alexa che vuole a tutti i costi scoprire i motivi che hanno portato la madre a compiere le scelte che ha fatto, si fa raccontare tutti i dettagli da Richard e spesso fa pressione anche al figlio Ethan per cui ben presto inizia a provare qualcosa. Il passato riemerge e lei lo ripercorre a sua volta cercando di non commettere gli stessi errori di Cornelia e imparando ad amare la madre in modo nuovo.

Opinione personale

Mi sarei aspettata molto di più dalla storia, non so per quale motivo ma non sono riuscita in alcun modo a entrare in contatto empatico con le vicende che a tratti mi hanno persino annoiato. Ho impiegato tantissimo tempo a finire il libro perché ogni volta che provavo a immergermi dentro alla lettura mi sentivo pervadere da una noia sconfinata. La storia in sé non è per niente malvagia, magari un pochino banale ma forse non era il momento giusto per me per leggere il libro.

Onestamente ho anche poche parole da dedicarvi, magari a qualcun altro piacerà molto ma non è il mio caso.

Disponibile su Amazon Store

Formato cartaceo€15,90
Formato digitale€ 9,99

Un pensiero su “Recensione: “Cuore di Tempesta” di Corina Bomann #Libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...